Progettazione meccanica ed analisi

La progettazione meccanica è il fulcro delle nostre attività. Attorno ad essa ruotano il reverse engineering, il collaudo dimensionale e di forma, il calcolo strutturale, le analisi ad elementi finiti, modale e CFD. Il nostro bagaglio di esperienze è la somma di tutte le competenze maturate dai nostri professionisti, e spazia dal settore energetico agli impianti industriali, dai sistemi di sicurezza stradale (Guard-rails e segnaletica) alle carpenterie metalliche, dal settore automotive al motociclismo, dal settore nautico al settore navale, dal personal care ai prodotti elettronici di consumo e professionali.
Le competenze ingegneristiche comprendono il calcolo strutturale e l'analisi modale, la conoscenza approfondita dei processi di lavorazione lamiera, di lavorazione meccanica, dello stampaggio ad iniezione, della termoformatura e dei materiali compositi. Per il ciclo di sviluppo prodotto utilizziamo CAD meccanici 3D di alto livello costantemente aggiornati. La sicurezza dei dati e la riservatezza industriale sono da noi garantiti con i più avanzati sistemi firewall e con il backup quotidiano dei dati.

Reverse engineering, collaudo e rilievo architettonico

"Reverse engineering” è traducibile nella lingua italiana con il termine “ingegnerizzazione inversa”. Si intende con questo il processo secondo il quale da un qualsiasi oggetto si ricava il relativo dato di progetto, contrariamente a quanto avviene normalmente quando da un progetto si ricava un oggetto. Il reverse engineering di forma consiste nell’acquisizione tridimensionale di una geometria per mezzo di strumenti di misura ottici, come laser scanner, strumenti con proiettori di luce a frange. Tali tecnologie sono da noi applicate sia al campo della progettazione meccanica, sia al rilievo architettonico e dei beni culturali. A differenza di quanto si pensi comunemente, il lavoro di reverse engineering non è affatto banale. Quando si misura un oggetto e lo si riproduce virtualmente con un software CAD 3D bisogna tenere presenti diversi fattori:
1) L'acquisizione ottica o per contatto di un componente comprenderà tutti i difetti dimensionali e di forma insiti in tutti i processi di fabbricazione industriale o al normale uso dello stesso. Starà all'esperienza del progettista saperli individuare e tradurli in forme e dimensioni corretti, e saper comunicare le esatte tolleranze a chi si occuperà della produzione.
2) Ogni strumento di misura ottico o per contatto, come per gli strumenti tradizionali, ha una sua precisione e non tutti gli strumenti sono adatti per tutti i lavori. Lavorare con uno strumento meno accurato del richiesto, può comportare lo sviluppo di un lavoro sbagliato dal punto di vista dimensionale. Lavorare costantemente con uno strumento “troppo accurato”, può comportare costi eccessivi, e quindi comportare la non acquisizione della commessa o lo sviluppo di lavori con margini ridotti.
3) Modellare superfici complesse da scansioni ottiche è un mestiere che non ci si inventa in una settimana.
Molti sono convinti che basti fare una scansione, trasformare la nuvola di punti in mesh e trasformare i triangoli ricavati in superfici automaticamente. E' una leggenda metropolitana senza alcun senso. Per modellare un prodotto industrializzabile, bisogna rivolgersi a chi sa fare questo mestiere, fatto di colpo d'occhio e tanta artigianalità. E' un'artigianalità basata su strumenti tecnologicamente avanzati, ma è comunque artigianalità pura.
Il reverse engineering è pertanto, dal nostro punto di vista, un mestiere come tutti gli altri, con le sue complessità e i suoi “segreti” e non può essere fatto che da persone competenti. In tale ambito, in quanto basato comunque su una misurazione per nuvola di punti, rientra l'attività di collaudo dimensionale e di forma. Tale attività è nella pratica una comparazione tra dato di progetto, file tridimensionale del componente, e rilievo del componente reale. Il risultato è un report dettagliato con l'analisi degli scostamenti fra i due dati.

Progettazione di stile

La progettazione di stile è elettivamente rivolta agli ambiti dell’automotive, del motociclismo, dell’interior design, della nautica, dei prodotti di consumo e degli elettrodomestici. Lavoriamo su idea del cliente o su bozze 2D realizzate dai designer.
Le superfici e le geometrie solide da noi fornite sono di alta qualità e direttamente utilizzabili per l’industrializzazione prodotto. A ciò possiamo affiancare il supporto proprio degli studi di ingegneria, con verifica, studi di fattibilità ed eventuali proposte di miglioramento ed ottimizzazione.